16 dicembre 2018

Benvenuto sul portale ufficiale di Cheikh Tidiane Gaye

Mi è  difficile descrivermi. Chi mi conosce direbbe che sono un amante della poesia, un fedele della scrittura, un ammiratore della negritudine, un figliolo di Senghor e di Aimé Césaire, un adoratore di Amadou Hampâté Bâ e un fedelissimo della cultura dell'universalità. Nonostante il legame alla mia … [Continua ...]

News

Il sangue delle parole

“Leggere, rileggere i versi di Cheikh Tidiane Gaye porta a riflettere sulla condizione di profonda ingiustizia che si vive perché la realtà è ancora tutta infestata di razzismo, di pregiudizio; né la storia ha ancora portato al pieno riscatto di … [Continua ...]

Libri

Léopold Sédar Senghor, il cantore della Negritudine

È la prima volta che Léopold Sédar Senghor, il cantore della Negritudine, viene tradotto in italiano da un poeta africano, il senegalese Cheikh Tidiane Gaye. Di madrelingua wolof, Gaye è francofono … [Continua ...]

Prendi quello che vuoi, ma lasciami la mia pelle nera

In  libreria dal 16 gennaio 2013 con Jaca book. Questo libro racconta una storia da cui si dipanano altre storie, a volte sgranate come in rosario, altre ripescate con incursioni nella memoria. E’ … [Continua ...]

Canto del djali,Voce del saggio, parole di un cantore

Percorrere le pagine della raccolta poetica di Cheikh Tidiane Gaye significa allora immergersi, una volta di più dopo Senghor, nelle costanti di un'Africa finalmente felix:un'africa del passato, … [Continua ...]