25 giugno 2017

Addio Madiba

Addio Madiba!

Tutto si è fermato quando la stampa ha diffuso la notizia della tua scomparsa, solo è rimasto il ricordo. L’umanità ha perso un braccio, un pilastro, un equilibrio. È naturale sentirsi stringere il cuore quando si perde una persona cara, ma quando scompaiono le persone che hanno segnato la storia, una parte di noi che poi diventerà irrecuperabile scompare.

Oggi ricordiamo di te il guerriero, l’uomo che svegliò le coscienze, l’essere che più ha  sofferto per l’ingiustizia… il tempo ha difeso i tuoi detrattori sacrificando la vita di anime innocenti e brave. Sei stato l’arco e la freccia, la spada e l’acciaio e il tuo nome ha liberato gli spiriti incatenati; Mandela, sei la luce scaturita dai labirinti. Che cosa hai da dimostrare ancora una volta?

Il tuo nome è recinto della tua terra, più che la tua la nostra. La tua Africa che hai cantato e protetto; il tuo nome è il tetto che ci copre dall’alluvione, le sillabe che compongono il tuo nome sono stelle,  a volte piante che fioriranno per portare i frutti ai tuoi nipoti. La tua terra! Oh, che terra! Mai una terra fu tanto inondata di lacrime e di sangue; mai una terra tremò tanto per la ferocia di un popolo barbaro; mai una terra fu così bruciata per anni, una serenità persa, una libertà conquistata! Il dolore riempie, il malincuore ci segue, rimane solo il ricordo.

Madiba, sei stato un uomo, l’uomo che fermò il tifone e sei stato il trionfo; se l’umanità ricorderà il tuo nome, rimarrà la tua lotta. Il fuoco che hai acceso  non si spegnerà mai e la tua fiamma è il tuo sentiero incoronato. La mia lingua ti loda, la mia saliva ti canta, la mia voce ti osanna. Grande Uomo sei stato, e umilNelson_Mandela_gayee uomo te ne sei andato con grande orgoglio. Il tuo sangue non ha tradito e il tuo rango neanche ha deluso; sei il fiore da esibire per l’unità e l’amore tra i popoli; sei il vento, allora soffia la speranza per ridare quietudine; sei il sole e la luna, allora brilla lungamente sotto i cieli, gli oceani e le pianure.

Padre mio, voglio il tuo coraggio per inumare la mia paura e la mia ira; voglio la tua forza per piegare la rabbia dei tuoi nemici, i nostri. Grandioso è il tuo nome, radioso è il tuo percorso, legittima è la tua battaglia e il tuo trionfo è più che meritato. Addio Madiba, te ne vai lasciando un profondo vuoto che colmeremo continuando la tua opera. Madiba, Madiba, Madiba, dormi, dormi, dormi in pace e che la terra di Qunu ti sia leggera. Addio.

Lascia il tuo commento

*