27 aprile 2017

Léopold Sédar Senghor, il cantore della Negritudine

gaye_senghor

È la prima volta che Léopold Sédar Senghor, il cantore della Negritudine, viene tradotto in italiano da un poeta africano, il senegalese Cheikh Tidiane Gaye. Di madrelingua wolof, Gaye è francofono per ‘imposizione’ – essendo il francese la lingua ufficiale del suo paese d’origine – e italiano per ‘scelta’ – essendo l’Italia il paese in […]

Rime abbracciate

_cheikh_gaye_copertina-rime-abbracciate

  PREFAZIONE DI TANELLA BONI “Dipingere il cuore della parola” E’ un libro di poesia in due parti, scritto a quattro mani che scolpiscono le parole da una lingua all’altra, nell’intervallo tra l’italiano e il francese. Questa esperienza di traduzione la dice lunga sul multilinguismo che caratterizza ciascuno dei due autori. Una donna, un uomo. […]

Curve alfabetiche

cheikh_gaye_curve_alfabetiche

Prefazione di Mario Sechi Professore Ordinario di Lettera moderna e contemporanea presso l’Università di Bari Come tutti i poeti moderni, a partire dall’amato Baudelaire, Cheikh Tidiane è un poeta in viaggio. L’origine del suo viaggio è certa, è chiara, è nell’Africa vitale ed esplosiva degli anni Sessanta, al passaggio della decolonizzazione, e si può immaginare […]

Ode nascente / Ode naissante

cheikh_gaye_ODE_NASCENTE

I diritti della voce e il senso dell’ascolto Itala Vivan In questo nostro tempo fratturato e insieme conglobante verso un unico marasma generalizzato, da più parti si leva un accorato richiamo ai diritti che vengono negletti o addirittura calpestati: diritti umani, diritti civili travolti o trascurati nell’ondata violenta di una transizione epocale di migrazioni e […]

Il canto del djali

cheikh_gaye_IL_CANTO_DEL_DJALI

Prefazione  di  Silvia Riva “Come sguardi neri viventi che rischiarano i cieli”. La Parola nella poesia di Cheikh Tidiane Gaye. La Parola costituisce uno dei concetti qui onnipresenti e fra i più complessi e fecondi della filosofia africana. Accedere al suo senso più profondo equivale a crescere nella saggezza e a penetrarne, con l’iniziazione della vita, […]